Ambiente

Bookmark and Share

Nonostante le sue dimensioni, il Nepal è uno dei paesi più ricchi al mondo in termini di bio-diversità. Questa bio-diversità è un riflesso della sua posizione geografica unica, delle variazioni di altitudine (da 60 metri sul livello del mare alle vette più alte del mondo) e delle sue condizioni climatiche che variano dalle sub-tropicali a quelle artiche. Le aree protette arrivano fino a 28,585.67 kmq (19,42% della copertura del suolo totale) del territorio. Grazie a questa incredibile concomitanza di fattori, il Nepal è la prima destinazione al mondo per chi cerca le bio-diversità, che si possono vivere soprattutto all’interno dei nove parchi nazionali, tre riserve naturali, tre aree di conservazione ed una riserva di caccia realizzati per salvaguardare e promuovere questo immenso patrimonio naturalistico. 

Parchi:
In Nepal vaste aree di foreste sono diventate parchi nazionali o riserve naturali. Esse offrono occasioni incredibili per l’osservazione della fauna selvatica. E’ possibile entrare nella giungla su di una jeep o a dorso di un elefante ed osservare gli animali selvaggi nel loro habitat naturale. Si possono avvistare alcune specie in pericolo come la tigre del Bengala ed il rinoceronte indiano ma anche gli orsi, i leopardi, le iene, i cinghiali, gli elefanti selvatici, i varani, i coccodrilli, i pitoni, le tartarughe e molte specie di insetti e uccelli.
 
Citiamo tra gli altri: il parco nazionale reale di Chitwan ed il Parco Nazionale di Sagarmatha (dichiarati Patrimonio Mondiale dell’UNESCO), la riserva della fauna selvatica di Koshitappu, il parco nazionale reale di Bardiya, il parco nazionale dell’Annapurna e Mustang.

•    Parco Nazionale di Sagarmatha (1979)
Il parco nazionale di Sagarmatha è la più alta pianura sulla terra ed ha il più alto picco conosciuto come Monte Everest (8.848 m). Namchebazar è un punto focale di trekking nella regione dell’Everest. Namchebazar è meglio raggiungibile dall'aereo fino a Lukla e poi in trekking.
 
•     Royal Chitwan National Park (1984)                
Il parco nazionale più famoso del Nepal è situato nelle pianure di Chitwan Terai interno. il Chitwan National Park, che copre un'area di 932 chilometri quadrati, è stato ufficialmente istituito nel 1973 e dichiarato patrimonio dell'umanità nel 1984. Se la fauna selvatica è la vostra passione questo parco fa per voi!! Qui vivono rinoceronti bianchi, tigri del Bengala ed una miriade di altri animali selvatici. Provate l’esperienza di salire su di un elefante per un giro nel regno subtropicale di questa dolce pianura o l’osservazione di più di 300 specie di uccelli. Facciamo presente, infine, che il Chitawan National Park è facilmente accessibile sia via terra che via aerea.

Ricordiamo inoltre:

•    Il parco nazionale Bardia
Il parco nazionale di Bardia è la più grande area incontaminata e selvaggia del Terai, che copre una superficie di kmq 968. Il parco, una giungla di sub-tropicale, è considerato come uno dei parchi nazionali più pittoreschi in Asia, ricca e varia sono la flora e la fauna.

•    Il parco nazionale dell’Annapurna e Mustang: il parco nazionale dell’Annapurna è uno dei più panoramici dell’Himalaya nepalese. Il perimetro del parco nazionale comincia dal limite della valle di Pokara e confina con il Tibet nella parte nord. Il turismo nel parco nazionale di Annapurna e nei dintorni è l’ Eco - Turismo che ha avuto più successo nel mondo.